…Ricordo di ETTORE…

Come confratelli della Misericordia vogliamo esprimere pubblicamente le nostre sentite condoglianze e la nostra vicinanza alla famiglia di Ettore ed in particolar modo alla moglie e alle figlie. Siamo veramente addolorati per la sua improvvisa scomparsa.
Ettore era da molti anni in Misericordia ed ha praticato sempre con passione e dedizione la sua attività di volontario ed ha sempre dimostrato un forte spirito di appartenenza alla nostra Associazione. Era infatti molto legato ai principi cristiani ispiratori della nostra Misericordia che sono essenzialmente vicinanza e sostegno a tutti coloro che hanno bisogno del nostro aiuto. Un punto di riferimento morale per tutti noi volontari!
Ettore era il nostro amministratore da molti anni e lo faceva come volontario. Ha sempre svolto il suo lavoro in modo coscienzioso, competente, in modo encomiabile. Anche durante la sua malattia, sofferente, era preoccupato per i suoi impegni in Misericordia tanto che ha lavorato al bilancio della nostra associazione fino al giorno prima di morire. Di questa tua dedizione, Ettore, te ne saremo sempre grati e ci sarai sempre di esempio.
Ma Ettore era anche e soprattutto un amico gentile, paziente, ironico, sempre disponibile e pronto in ogni circostanza con una battuta a sdrammatizzare le varie situazioni…
Ciao Ettore, riposa in pace ci mancherai…

Misericordia NEWS! – E’ uscito il numero di gennaio 2020

E’ uscito il numero di gennaio 2020 del periodico della Misericordia di Lari, distribuito in tutte le case del nostro Comune.
All’interno tutte le informazioni sui servizi che la Misericordia offre, i contatti e tanto altro! Un prezioso strumento d’informazione rivolto alle famiglie per conoscere servizi offerti e per ricevere segnalazioni o suggerimenti.

Se non lo hai ricevuto, puoi consultarlo direttamente in formato elettronico cliccando sulla seguente immagine:

Inaugurato il nuovo mezzo antincendio UNIMOG

La Misericordia di Lari arricchisce il proprio parco macchine:
UNIMOG, mezzo polivalente a servizio della Protezione Civile
e dei cittadini

Mattina di festa  per l’inaugurazione dell’Unimog (dal tedesco “UNIversal-MOtor-Gerät”, cioè “veicolo universale a motore”, per chi volesse saperne di più vedere l’approfondimento in fondo all’articolo).

Il programma è iniziato alle 10 ed è terminato alle 12.30 con un aperitivo in piazza Matteotti. Erano presenti, oltre Franca Mencacci, Governatore della Misericordia di Lari, Mirko Terreni, Sindaco del Comune di Casciana Terme Lari, Francesco Drosera, Direttore delle Operazioni spegnimento incendi boschivi a livello regionale, Massimo Bendinelli, Responsabile Operativo regionale delle Misericordie, Marco Fagiolini, Responsabile area emergenze provinciale delle Misericordie, Maurizio Novi, Presidente dell’Associazione Misericordie Pisane, Alessandro Fregoli, Formatore federale di protezione civile, oltre ai rappresentanti istituzionali dell’Arma dei Carabinieri, una folta delegazione della Croce Rossa di Casciana Terme e di varie Misericordie della Toscana.

PROGRAMMA:

FOTOGALLERIA:

 

Approfondimento:

L’UNIMOG è una gamma di autocarri fuoristrada della Daimler-Benz, prodotti a partire dal 1948; gli Unimog hanno una notevole altezza da terra (più di 40 cm), resa possibile dall’utilizzo di assali a portale, che permettono agli assi e alla trasmissione di essere più in alto del centro della ruota. Sono anche dotati di un telaio flessibile che consente alle ruote ampi movimenti verticali che, insieme alle sospensioni a molle elicoidali, permettono agli Unimog di affrontare con comodità ogni tipo di terreno, anche il più accidentato, con ostacoli di oltre un metro e pendenze fino al 100%. Altre caratteristiche comuni di questi mezzi sono la trazione integrale (inseribile, permanente solo negli ultimi modelli), marce con rapporti molto corti (marce da lavoro opzionali) e il bloccaggio manuale dei differenziali anteriore e posteriore.

Gli Unimog sono stati usati e vengono tuttora utilizzati da varie forze armate, inclusi gli eserciti tedeschi e svizzeri. Sono anche in dotazione all’esercito sudafricano e neozelandese.

Inoltre, gli Unimog possono essere usati come locomotiva nelle ferrovie; venivano anche usati per il traino degli aerei.

 

Inaugurazione L.U.M. (Libera Università della Misericordia) Anno 2019-2020

La L.U.M., Libera Università della Misericordia, nasce come luogo d’incontro e di crescita culturale, importante per colmare i bisogni di ciascuno di noi che attengono allo spirito e alla crescita personale.
Svolge la sua attività da moltissimi anni in una realtà come la nostra, dove le occasioni d’incontro e di cultura durante la settimana sono davvero pochi e rappresenta un momento veramente importante.
E’ un’occasione piacevole prima di tutto per incontrarsi e condividere esperienze di tipo sociale, culturale e medico.
E’ organizzata e gestita da un gruppo di volontari della Misericordia, che hanno competenze diverse e che cercano di soddisfare le esigenze di un pubblico eterogeneo e affezionato.
Si tratta d’incontri a tema, quest’anno sono 17 e sono previste 6 uscite.
Per le uscite, si tratta di escursioni di metà o intera giornata alla scoperta di siti storici, musei, mostre o luoghi d’interesse ambientale o storico.
Le lezioni in sala sono incontri tematici tenuti da medici, da esperti in vari campi; l’affluenza è buona sia alle lezioni che nelle uscite.
Gli esperti che svolgono il programma lo fanno a titolo completamente gratuito.
Nella giornata odierna il Governatore Franca Mencacci ha presentato il programma L.U.M. 2019 2020; è seguito l’intervento Erica Ballatori, coordinatrice della L.U.M. che con impegno e grande competenza lo ha illustrato nel dettaglio.
Un sentito ringraziamento va al gruppo di lavoro dei nostri volontari che hanno dato un contributo veramente importante.
Come di consueto ogni anno presentiamo il programma con un evento e quest’anno abbiamo scelto di affidare questa occasione a due bravissimi giovani: un pianista, FEDERICO FRASSI che frequenta il Conservatorio di Siena Jazz e una cantante e GINEVRA GUERRINI diplomata in canto Jazz al Conservatorio Pietro Mascagni di Livorno. Entrambi ci hanno guidato in un piacevole intervallo musicale dal titolo: “Ritratti di jazz: un viaggio nella musica dalle origini ai giorni nostri”. E’ seguito un caloroso applauso…

PROGRAMMA L.U.M. – LOCANDINA:

Riapre il CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

IL 21 DI OTTOBRE ALLA MISERICORDIA DI LARI -DOPO LA PAUSA ESTIVA- RIAPRE Il CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE “A META’ STRADA”

A giugno di quest’anno abbiamo concluso tre anni di sperimentazione con il Patrocinio e il contributo della Regione Toscana, del Comune di Casciana Terme Lari e la collaborazione importante delle Associazioni del territorio: Auser di Perignano, Centro Pastorale Madre di Calcutta, Michelhombres, Associazione Nazionale Carabinieri – sezione di Lari, e la Croce Rossa di Casciana Terme. Naturalmente sono stati impegnati anche volontari della Misericordia a supporto di vari servizi.

Grazie veramente a tutti e grazie agli operatori che hanno progettato le attività e accompagnato i nostri anziani in un percorso d’integrazione, di socialità e di scambi intergenerazionali veramente importante.

Sono stati tre anni di crescita in fatto di numeri. Siamo partiti con 15 utenti il primo anno, 20 il secondo e 30 l’ultimo anno. E questo è il numero massimo che ci possiamo consentire sia per logistica che per le spese da sostenere, mentre le necessità sarebbero superiori per un servizio che va a combattere la solitudine di molti anziani ed e’ un supporto alle famiglie.

Anche la qualità dei servizi resi ai nostri anziani si è notevolmente elevata e lo dimostra il monitoraggio che abitualmente viene fatto attraverso specifici indicatori di qualità.

I giorni di apertura rimangono gli stessi:

LUNEDI – MERCOLEDI – VENERDI  orario 9.30 – 15.30.

I pasti sono forniti dall’Amministrazione comunale tramite il Centro Cottura delle mense scolastiche.

Il Servizio è gratuito.

Ecco il MODULO per iscriversi al Centro per la stagione 2019-2020.

Buon inizio a tutti per le prossime attività!

Un saluto a DON ARMANDO!

Don Armando lascia la Parrocchia di Perignano per quella di Ponsacco
Saluto della collettività e dei parrocchiani domenica 15/09/2019
(saluto della Governatrice Franca Mencacci)

E’ arrivato il momento dei saluti ed è proprio in questa circostanza che si avverte più forte quanto si sta per perdere…

Questo sentimento lo voglio esprimere con le parole di Don Armando: “sono un sognatore con i piedi nel fango”.

Il sognatore sa andare oltre la realtà, su strade non battute. Non so chi l’abbia detto, ma a me è piaciuta la frase: “Un sognatore può trovare la sua strada al chiaro di luna e vedere l’alba prima del resto del mondo”. Queste parole racchiudono il senso del suo essere sognatore.

Per me essere un sognatore è semplicemente una filosofia di vita!

Ma Don Armando è anche un personaggio ecumenico, universale…riesce ad abbracciare i problemi del mondo e soprattutto quelli degli ultimi della terra.

Ed è qui che lui ha il coraggio di mettere i piedi nel fango ….

E’ per questo che ti stimiamo e ti vogliamo bene caro Don Armando!

Lui è stato anche volontario attivo della Misericordia per molto tempo e correttore della nostra Confraternita e la nostra collaborazione è stata bella e totale.

Siamo orgogliosi di avere fatto un lungo tratto di strada con te. Grazie!

Ci mancherai, ma sicuramente sappiamo che non ti perderemo!

Però non vogliamo lasciarti andar via senza un nostro ricordo e abbiamo pensato di regalarti un bicicletta. Una bicicletta pieghevole che ti seguirà nei tuoi numerosi spostamenti…

Buon lavoro e buon cammino Don Armando!!!

75° Anniversario della Strage di Aiale

Sabato 13 luglio ad Aiale è stato ricordato il settantacinquesimo anniversario della strage di Aiale.
Nel 1944 già in ritirata, un gruppo di nazisti trucidava diciassette persone (donne, bambini e anziani) Alla ricorrenza erano presenti tutte le autorità che hanno ricordato l’eccidio.
Toccante è stato il momento della “ricostruzione” da parte di alcuni parenti delle vittime.
Tra un intervento e l’altro, il gruppo “Vincanto” ha ricordato con canti popolari della resistenza le varie vicissitudini.

Al termine un corteo ha portato i partecipanti alla lapide per la deposizione di una corona e la benedizione del sacrario.

Misericordia NEWS! – E’ uscito il numero di luglio 2019

E’ uscito il numero di luglio 2019 del periodico della Misericordia di Lari, distribuito in tutte le case del nostro Comune.
All’interno tutte le informazioni sui servizi che la Misericordia offre, i contatti e tanto altro! Un prezioso strumento d’informazione rivolto alle famiglie per conoscere servizi offerti e per ricevere segnalazioni o suggerimenti.
Se non lo hai ricevuto, puoi consultarlo direttamente in formato elettronico cliccando sulla seguente immagine:

In Trekking sulle Apuane

Alcuni membri di due associazioni (Gruppo Micologico Livornese e Misericordia di Lari) si sono dati appuntamento al casello di uscita dell’autostrada a Carrara.
Direte voi per cosa… due Associazioni così talmente diverse insieme?

Ma si!!!! domenica il 23 giugno per stare insieme e per fare qualcosa di diverso.
Il Gruppo Micologico Livornese, sempre funghi, funghi, funghi……….
La Misericordia di Lari, sempre interventi, dimissioni, sociale, corsi………

Traversando Carrara, mitica per i suoi marmi, ci siamo diretti a Campocecina, devo dire che avrei anche preso il bivio che porta a Colonnata…..lardo….ma la meta era un’altra.
Percorrendo con discrete curve, tornanti e boschi di castagni i venti chilometri che si separavano, siamo arrivati al Piazzale dell’Uccelliera a 1190 metri di quota, l’occhio è caduto (specialmente a quelli della Misericordia) sul Pronto Soccorso delle cave, ma abbiamo detto che si faceva qualcosa di diverso……. la meraviglia era lì a pochi passi, gli imponenti bacini marmiferi con le serpeggianti stradine che di giorno feriale vengono solcate da grossi camion che trasportano enormi blocchi di marmo, (pensate che l’attività estrattiva si sviluppò in epoca romana intorno al (48-44 a.C.) sotto Giulio Cesare).
All’orizzonte Carrara, la Riviera Apuana e Marina di Carrara.

Un altro chilometro ci ha portato al parcheggio, dove abbiamo iniziato il sentiero, attrezzati con scarpe da trekking (obbligatorie) e zaini con acqua e viveri, venti minuti dopo siamo arrivati nella verdeggiante piana circondata da pascoli e maestosi boschi di faggio e pino nero. Abbiamo fatto un giro nella faggeta per cercare qualche fungo…(anche quelli della Misericordia) ma di funghi neppure l’ombra.
Cambiando sentiero, ci siamo diretti al Monte Borla 1469 s.l.m. dove abbiamo trovato e fotografato alcune specie endemiche delle Apuane, ma era arrivato il momento della “fame” e allora ci siamo fermati nei pressi di una baita che alcuni veterani della montagna ci hanno gentilmente messo a disposizione, una struttura molto caratteristica con oggetti usati dai loro nonni.
I vari panorami erano da mozzafiato, meno male che ci siamo soffermati all’andata facendo qualche fotografia, perché nel pomeriggio le nuvole si rincorrevano e la visibilità era nulla.
Al termine della giornata saluti e alle macchine per il ritorno.

Direi che è stata una giornata molto diversa e tutti i componenti sono rimasti soddisfatti e sicuramente ci ritroveremo.

Fabrizio Puccini